I servizi finanziari di Volvo per acquistare un auto nuova

Oggi comprare una macchina richiede degli sforzi economici non indifferente. Frutto anche una crisi economica sempre più pressante non è nelle possibilità di tutti poter comprare un auto in contanti. Ci sono diverse compagnie automobilstiche che, al fine di incentivare e aiutare la gente ad acquistare dei nuovi modelli di macchina, propone dei finanziamenti alla clientela con tassi variabili in base alle finanziarie stesse. Un esempio è il caso di Volvo che in occasione del lancio del modello nuovo Volvo XC-90 ha pensato bene (ma vale anche per tutta la gamma di veicoli Volvo) di proporre diverse forme di finanziamento per poter acquistare l’automobile. Oggi comprare un auto richiede per l’appunto un esborso di soldi che impatta notevolmente sulla vita delle persone. E non è solo di prendere la macchina meno costosa oppure quella con meno optional perchè alla fine, la sola macchina base, comunque costa migliaia di euro che non tutti possono permettersi. Certo il fatto di aggiungere tutta una serie di optional magari non previsti nei modelli di base fa lievitare notevolment Leggi tutto

Mutuo: documenti ed istruzioni per l’uso

Quanto chiedere Le banche possono arrivare a coprire il 75%-80% dell’importo totale, ma è bene valutare prima l’entità dell’anticipo che ci si può permettere di chiedere, quindi quanto si riesce a mettere via mensilmente. Meglio non chiedere un finanziamento maggiore di un terzo delle proprie entrate. Durata e tasso Un mutuo può durare dai cinque ai trent’anni. Se si è un lavoratore dipendente, la scelta giusta può essere il mutuo a lunga durata e a tasso fisso. Al libero professionista, se guadagna molto, può convenire una soluzione più breve, anche a tasso variabile. L’anticipo della liquidazione Ai dipendenti di aziende con almeno 25 dipendenti l’articolo 2120 del codice civile dà la possibilità di chiedere un anticipo del TFR per l’acquisto della prima casa. I requisiti legali Bisogna essere cittadini italiani residenti in Italia, o di Stati membri della UE o stranieri (non UE) con residenza in Italia ed essere maggiorenni. Documenti Possono variare da banca a banca, ma ce ne sono alcuni chiesti da tutte. I lavoratori dipendenti devono portare la dichiara Leggi tutto

Come funzionano i prestiti cambializzati?

In un mondo in cui accedere al credito è sempre più complesso, i prestiti cambializzati stanno divenendo sempre più la forma di finanziamento prediletta per coloro che sono protestati o che non hanno le opportune garanzie da presentare agli istituti di credito. Infatti, i prestiti cambializzati, come si legge qui, sono prestiti che hanno la peculiarità di essere rimborsati attraverso le cambiali all’istituto creditore. E quindi? In cosa consiste la particolarità? Semplicemente le cambiali sono titoli di credito sempre esigibili, quindi fungono da garanzia, e quindi permettono agli istituti bancari di prestare il credito con maggior serenità. Dunque, e riassumendo, l’erogazione del capitale richiesto attraverso il prestito cambializzato avviene a fronte dell’apposizione della firma del soggetto beneficiario del finanziamento sulle cambiali che costituiscono la modalità di pagamento ma anche la garanzia di regolare restituzione del finanziamento. Per questo stesso motivo, il prestito cambializzato ha una tempistica di accettazione (o rifiuto) molto breve: è possi Leggi tutto

Tutto sui prestiti senza busta paga

Purtroppo, in Italia, sono moltissime le persone che devono richiedere un prestito o un finanziamento. Si tratta generalmente di un’operazione finanziaria lunga e complessa, soprattutto se la cifra richiesta è superiore ai 5000 euro, ma comunque possibile. La situazione si complica decisamente quando si affronta la richiesta di prestito in assenza di una lavoro a tempo determinato o indeterminato, infatti, chiedere un finanziamento senza busta paga è quanto di più complesso ci sia nel mondo del credito. La soluzione più agevole e meno onerosa è senza dubbio quella di presentare delle garanzie all’istituto di credito. Tra le più considerate troviamo senza dubbio la figura del garante, cioè una terza persone che pone la propria busta paga, e quindi il proprio reddito fisso, a garanzia del nostro finanziamento. Altra garanzia benaccetta e quella data dagli immobili, anche se la crisi del settore immobiliare ha freddato gli animi di molti istituti in merito. Ma come chiedere un prestito senza busta paga e senza garanzie? Bella domanda! Come si legge in questo post, le alterna Leggi tutto